Antidepressivi per adolescenti, ecco perché la paroxetina non è adatta

0
148
Depressione post partum

Uno studio effettuato qualche decennio fa ha messo in mostra come l’uso di certi antidepressivi per adolescenti portasse solo a degli effetti negativi. Al giorno d’oggi, ad esempio, si è perfettamente consci, grazie a rinnovate evidenze scientifiche, di come la paroxetina non dia una mano al trattamento della depressione in questa particolare fase della vita dei ragazzi.

Se fino a qualche tempo prima un farmaco usato per la cura della depressione veniva considerato sicuro e poteva essere impiegato anche da parte di adolescenti e ragazzi, è arrivato negli ultimi anni un importante contrordine, che ha messo in evidenza come un farmaco possa essere non solo inutile, ma anche comportare dei rischia per la salute degli stessi ragazzi.

Non capita tutti i giorni effettivamente di notare una simile affermazione che ribalta completamente un concetto affermato fino a poco tempo primo. Ad ogni modo, la depressione è probabilmente una delle malattie più terribili proprio perché non si mostra in tutta la sua gravità fin da subito ed è necessario essere molto bravi a individuarne i sintomi.

Non si tratta di una responsabilità che chiaramente può stare solamente in capo al giovane, ma serve che sia la sua famiglia in modo particolare, oltre che magari gli amici, a riconoscere e a segnalare questo tipo di problema, in maniera tale che possa essere trattato non solo grande tempestività, ma anche nella maniera più consona.

Piuttosto di frequente, infatti, capita che i giovani che sono stati colpiti da dei sintomi depressivi hanno la tendenza quantomeno all’inizio a chiedere aiuto, dato che spesso non sono in grado di sopportare il dolore che comporta la sofferenza dal punto di vista emotivo.

Ci sono tanti giovani che, però, non ragionano in questo modo e a non chiedono aiuto in alcun caso, semplicemente per via del fatto che il pessimismo prevale su ogni altra cosa. Quindi, gli adolescenti depressi tendono a vivere nella convinzione che nulla e nessuno possa dare loro una mano e, di conseguenza, chiedere aiuto non valga assolutamente a niente, dato che non cambierebbe le cose.

I sintomi della depressione che può insorgere nei soggetti in fase adolescenziale sono differenti rispetto a quando si manifesta nei soggetti adulti. Spesso e volentieri, la depressione insorge nei giovani provocando crisi di pianto frequenti, rabbia, ostilità, costante nervosismo, tristezza oppure un senso di vera e propria disperazione, mancanza di interessi, disturbi del sonno, difficoltà a stare fermi, un costante distacco rispetto a famiglia e agli amici, debolezza, mancanza di motivazione e di entusiasmo frequenti.

Commenti

commenti