Bugie adolescenti, cosa devono fare i genitori per evitare queste situazioni

0
387
Bugie e adolescenti

Il legame che intercorre tra adolescenti e bugie è certamente molto diffuso: questo periodo della vita, in cui i ragazzi e le ragazze sono perennemente alla ricerca di una maggiore autonomia porta, spesso e volentieri, a dire numerose bugie. E i genitori non sanno come comportarsi.

Bugie adolescenti, quanti problemi per i genitori…

Dire le bugie è uno di quei comportamenti che non fanno impazzire i genitori, giusto per usare un eufemismo. Ci sono dei sistemi che possono tornare utili per scongiurare il più possibile queste situazioni. Ad esempio, evitare che i figli vengano caricati di un quantitativo eccessivo di aspettative e pressione.

Tutti i rischi

Altrimenti, il rischio che si corre è che, nel caso in cui non riuscissero ad ottenere sempre i risultati attesi, possano cominciare a dire delle bugie per mascherare gli insuccessi. Evitare completamente le bugie è assolutamente impensabile: tutti i genitori dovrebbero cominciare a mettersi il cuore in pace!

Un passaggio necessario nello sviluppo

Tra l’altro, il fatto di dire delle bugie è uno di quei passi che sono necessari per la crescita. è un passaggio fondamentale per poter raggiungere una vera e propria autonomia di pensiero. Anche se, a dire la verità, mamma e papà considerano anche un rischio importante quando si cominciano a sentire bugie su bugie ogni giorno.

Finire sulla cattiva strada

Infatti, potrebbe anche esserci la possibilità che l’adolescente finisca su una cattiva strada. In tutte queste occasioni, però, il vero problema non è rappresentato dalle bugie, ma dal tipo di educazione che è stata trasmessa dai genitori all’adolescente fino a quel momento.

Trasmettere valori e regole base in ogni caso

Insomma, bugie o meno, i genitori devono necessariamente sempre impartire i valori principali e le regole di base a cui attenersi durante la quotidianità e a cui ispirare decisioni e azioni. Inoltre, esistono alcune bugie che sono decisamente più pericolose in confronto ad altre. Accorgersi non è poi così complicato, visto che l’adolescente spesso e volentieri si mostra distaccato e presenta un comportamento particolarmente evasivo, mentre l’umore sembra un lontano parente di quello passato.

Aprire un dialogo senza interrogare

La cosa fondamentale per i genitori è quella di avere sempre un canale di comunicazione con l’adolescente. Ricordiamo che gli interrogatori non servono a nulla, ma è bene dimostrare di essere presenti nella vita dei propri figli. I dubbi e le preoccupazioni devono emergere e non rimanere unicamente nella testa di papà e mamma. Quando i figli aprono ad un dialogo, è proprio quello il momento in cui le offese e le umiliazioni sono da evitare, dato che porterebbero unicamente all’effetto opposto.

Commenti

commenti