Ripetizioni a scuola, quando servono ai bambini e quando evitarle

0
286
ripetizioni a scuola

Prima o poi, quasi tutti i genitori devono affrontare qualche voto negativo che i figli hanno preso durante il loro percorso scolastico. Ebbene, in alcuni casi potrebbero essere necessarie delle ripetizioni a scuola. Si tratta, però, di una scelta che i genitori non dovrebbero mai prendere a cuor leggero: cerchiamo di capire i motivi per cui non è una decisione facile.

Ripetizioni a scuola, servono sempre?

Prima di tutto è bene andare alla ricerca dei motivi per cui i figli hanno preso dei voti bassi e del perché ci sono delle complicazioni nell’apprendimento. Infatti, i genitori devono cercare di capire quelle che sono le necessità del figlio e differenziale rispetto alle loro aspettative. Prima di prendere in considerazione l’idea delle ripetizioni a scuola, è bene avere un quadro chiaro della situazione.

I voti bassi a scuola

Quando i figli prendono dei voti bassi a scuola, le cause potrebbero essere le più disparate. Non c’è interesse verso una certa materia, così come possono intercorrere anche delle difficoltà nel relazionarsi con i compagni di scuola e i professori. Fino ad arrivare pure a delle problematiche per quanto riguarda l’apprendimento.

Osservate l’umore

Una delle cose più importanti che devono essere analizzate è certamente quella legata all’umore dei figli. Infatti, osservare anche come comunichi con il resto della famiglia sarà decisamente utile per eventualmente individuare dei possibili segni di come sia arrivato il momento di assegnargli un supporto con le lezioni private.

Cosa passa nella testa del ragazzo

Prima di programma le ripetizioni a scuola è fondamentale, come detto, capire cosa passi per la testa di vostro figlio o vostra figlia. Il peggioramento nei voti scolastici può essere legato a delle assenze che sono entrate in gioco per colpa di qualche malattia. In questo caso un ripasso su degli argomenti specifici che non sono stati appresi può tornare molto utile.

Problemi di concentrazione e attenzione

Quando ci sono dei problemi con la concentrazione e l’attenzione a scuola, allora spesso e volentieri non si riesce a stare al passo con le spiegazioni dei docenti. In questo caso, le ripetizioni a scuola potrebbe risolvere gran parte di questa problematica. In questo modo ci si potrebbe focalizzare maggiormente sulle necessità scolastiche e di apprendimento di ciascun ragazzo.

Conflitto con il docente?

E se i voti in peggioramento fossero legati ad un litigio o comunque ad un conflitto che intercorre tra studente e insegnante? Probabilmente è questo il problema per cui la materia non viene affrontata con il giusto impegno. In questi casi è meglio optare per le ripetizioni private, magari scegliendo un insegnante che possa avere un rapporto certamente migliore.

Commenti

commenti