Ansia da matematica, così i genitori non devono contagiare i figli!

0
61
Bambini matematica

Si parla, spesso e volentieri, in ambito scolastico di ansia da matematica. Ebbene, non è una vera e propria leggenda, dal momento che questa “paura” esiste sul serio. La conferma arriva da una ricerca svolta in Inghilterra, sostenuta da un gruppo di ricercatori che hanno studiato a fondo il comportamento di bambini e ragazzi in un percorso che va dalle elementari fino alle superiori.

L’indagine non ha coinvolto solamente dei ragazzi inglesi, ma anche degli studenti in Italia. Ebbene, il riscontro dei ricercatori è stato piuttosto franco, ovvero che sono in modo particolare i genitori e gli insegnanti stessi a trasmettere l’ansia da matematica nei confronti dei figli/studenti.

Insomma, l’ansia da matematica esiste sul serio e si comincia a diffondere molto presto, già verso l’età di sei anni. Il report arriva direttamente dall’Università di Cambridge, che ha svolto ben 2700 interviste a dei bambini, dalle scuole elementari fino alle scuole superiori, sia in Gran Bretagna che in Italia. La colpa, di questa particolare ansia, è tutta dei genitori.

Infatti, stando a quanto riportato nel report, pare che sia i maschietti che le femminucce si trovino a che fare con delle emozioni piuttosto negative nei confronti della matematica. Tale gamma di emozioni comprende spesso sia la rabbia che la disperazione. Inoltre, da queste indagini è emerso come l’ansia può insorgere dai sei anni in avanti, ma è una situazione che non va a colpire esclusivamente gli studenti che hanno cattivi voti, ma anche chi ha voti normalissimi e anche ottimi. Anzi, addirittura il 77% di chi soffre di questo tipo di ansia, ha dei voti ampiamente sufficienti.

Commenti

commenti