Figli dei genitori lavoratori: i Test Invalsi dicono che sono più intelligenti

0
222
Figli dei genitori lavoratori

Sono tanti gli aspetti che un genitore deve tenere sotto controllo riguardo ai propri figli. Principalmente si tratta di tutte quelle attività che possono coinvolgere il bambino a partire dalla scuola o dall’asilo nido fino ad arrivare ovviamente alle ferie, agli orari, ai ritardi, ma anche alla baby sitter e a tutto ciò che concerne la salute del piccolo, visite dal pediatra comprese. Ebbene, pare proprio che i figli dei genitori lavoratori siano più intelligenti.

Figli dei genitori lavoratori, questa ricerca è davvero interessante!

Non si tratta di una dichiarazione fatta a caso, né di un tentativo di mettere benzina sul fuoco sulle situazioni di quelle famiglie in cui i coniugi fanno fatica a trovare un posto di lavoro utile per poter mantenere la prole. È semplicemente il frutto di una ricerca portata a termine molto recentemente, che mette anche in evidenza come i genitori, spesso e volentieri, debbano gestire molto più grande di loro, ovvero il senso di colpa.

Gestire il senso di colpa

Quel senso di colpa che insorge nel momento in cui il bambino piange quando lo lasciate a casa con la baby sitter oppure nel momento in cui lo si sveglia mentre sta dormendo profondamente perché a breve dovete scappare al lavoro. E in mille altre situazioni quotidiane. Sono proprio questi gli attimi in cui capita di veder vacillare gran parte delle sicurezze da genitori.

Sentimento che colpisce di più le donne

Ovviamente, si tratta di un aspetto che colpisce molto più di frequente le donne, le madri, rispetto agli uomini, che riescono, gran parte delle volte, a convivere un po’ più serenamente con il senso di colpa. Le mamme, infatti, devono fare i conti spesso con quella sensazione di essere perennemente in errore, pensando che i propri figli meritino molte più attenzione di quelle che già vengono loro donate.

I risultati dei test

A questo proposito sono emersi degli interessanti risultati circa dei Test Invalsi svolti nel 2017. Facendo un semplice confronto con i risultati che sono stati ottenuti, si è notato come i figli dei genitori lavoratori presentino dei punteggi, tenendo conto della media, molto più elevati rispetto agli altri. Punteggi superiori sia nei test di italiano che in quelli di matematica.

I confronti con i Test Invalsi

Ebbene, confrontando i Test Invalsi sono emerse differenze anche piuttosto considerevoli tra i figli dei genitori lavoratori e gli altri ragazzi. In alcune prove, infatti, il gap superava addirittura i 15 punti di scarto. Chiaramente non è una regola generale, ma è sicuramente uno studio piuttosto interessante, che evidenzia quanto sia fondamentale spesso avere una serenità economica familiare alle spalle per poter rendere meglio anche a scuola.

Commenti

commenti