Giochi creativi, ecco come stimolare adeguatamente i propri bambini

0
16
Giochi per sviluppare l’intelligenza

Spesso e volentieri, tanti genitori non hanno la minima idea di come trasmettere degli stimoli adeguati ai propri bambini. Allora, serve realizzare dei giochi creativi che possano coinvolgere bambini da un’età che va da 0 fino a 6 anni, in modo tale che i pomeriggi di noia quando piove siano solamente un lontano ricordo.

Giochi creativi, ecco qualche spunto utile

Degli ottimi spunti possono essere presi dall’ultimo libro che è stato scritto da parte di Giorgio Cozza, intitolato “I giochi più stimolanti e creativi da fare con il tuo bambino da 0 a 6 anni”. Si tratta di un autor che ha già scritto diverse volte in riferimento al rapporto tra genitori e bambini, soprattutto in questa tenera età.

Il tempo per giocare

Pare una cosa scontata, invece non lo è: attualmente, un elevato numero di adulti trova sempre meno spazio e tempo per potersi divertire e giocare con i figli. Questi ultimi, però, sicuramente non rischiano di annoiarsi, dal momento che hanno tutta la giornata ricca di impegni e di attività extrascolastiche a cui proprio i genitori li hanno iscritti.

Un tema serio

Giocare, però, è una cosa che non si può prendere con le molle, ma è un tema da affrontare con serietà, infatti, si tratta dell’attività fondamentale per il bambino, dal momento che tramite il gioco riesce a conoscere e scoprire la realtà, dando il via a tutta la fase di sviluppo.

L’ideale anche per genitori con poca fantasia

All’interno di questo libro si possono trovare tantissime opzioni di giochi che si possono tranquillamente organizzare all’interno della propria abitazione, l’ideale anche per tutti quei genitori che hanno davvero poca inventiva e fantasia. Diamo un’occhiata a qualche gioco interessante per stimolare la creatività dei bambini.

Emozioni in gioco

Una delle sezioni più interessanti dedicate ai giochi che vengono proposti all’interno del libro di Giorgio Cozza è denominata “Emozioni in gioco” e comprende delle attività che portano il bambino a capire non solo i sentimenti e le emozioni che prova lui stesso, ma anche quelle che vengono avvertite dalle persone che gli stanno intorno.

Riflessione sui loro pregi

Il primo gioco, ribattezzato “Cosa mi piace di te”, porterà i bambini a fare una riflessione sui loro pregi: quindi, dovrà essere compito del genitore dire loro quello che adorano di più del loro modo di essere e carattere. Per il bambino si tratta di un’importante agglomerato di autostima e un’ottima opportunità per trasmettere tutto l’amore e la fiducia che si nutrono in lui.

Commenti

commenti