Libri per tutti, ecco un nuovissimo progetto per diffondere la lettura

0
49
leggere ai bambini

La lettura dei libri è un’attività che sviluppa l’intelligenza e non solo, visto che riesce a migliorare notevolmente anche le abilità sociali. In Italia, oltre il 2% della popolazione è composto da persone che hanno un’età che va da 0 a 18 anni ed è ha delle disabilità. Invece, nell’1% dei casi, la popolazione infantile ha dovuto fare i conti con disturbi della comunicazione piuttosto importanti.

Libri per tutti, quando la lettura diventa fondamentale

Di conseguenza, ridare nuovamente peso e spazio alla lettura è fondamentale. Secondo quanto riportato nel documento “Principi e Pratiche in CAA”, è stato dimostrato come sia importantissimo cercare di valorizzare il più possibile la lettura per i bambini che hanno delle disabilità, ma anche quelli che soffrono di disturbi del linguaggio o hanno delle necessità comunicative piuttosto complesse.

Ecco spiegata la ragione per cui è nato un progetto denominato Libri per tutti. Questa iniziativa di carattere editoriale si caratterizza per prevedere il lancio, in versione rigorosamente digitale, di libri con dei simboli che sono destinati alla Comunicazione Aumentativa e Alternativa, in maniera tale da garantire la possibilità di lettura a qualsiasi bambino, eliminando ogni tipo di barriera.

Il progetto viene spinto grazie al grande lavoro della Fondazione Paideia, che da più di vent’anni opera in questo settore per dare un supporto fondamentale a tanti bambini e famiglie che si trovano in difficoltà sono questo aspetto. Questa Fondazione ha il pregio di collaborare con un gran numero di gruppi editoriali, tra cui troviamo Gems, Giunti Editore, Mondadori Libri e DeA Pianeta Libri.

Quando si parla di CAA, ovvero Comunicazione Aumentativa e Alternativa, si fa riferimento ad un sistema di comunicazione che fa della flessibilità il suo principale punto di forza. Infatti, può contare sull’impiego di ogni tipo di competenza comunicativa della persona, in maniera tale da garantire l’accesso a tale ambito davvero a tutti.

Quindi, è un metodo che può tornare estremamente utile non solamente per tutti quei bambini e adolescenti che devono fare i conti con disabilità e necessità comunicative molto complicate. Infatti, può essere un’ottima soluzione anche per gli stranieri che si avvicinano per la prima volta alla lingua italiana e a tutte quelle persone che hanno difficoltà a comunicare ad ogni età.

Il progetto denominato “I libri per tutti” prevede la creazione di libri al cui interno troviamo dei simboli in versione digitale, garantendo una modalità di lettera molto interattiva. Grande soddisfazione da parte dei creatori di questo progetto, che hanno sottolineato come si possa ampliare l’accesso sia alla lettura che all’apprendimento grazie a iniziative del genere.

Commenti

commenti