Rimproverare i bambini: genitori, provate a seguire queste regole!

0
667
gestione rabbia bambini

Spesso e volentieri i genitori esagerano nel rimproverare i bambini: non si accorgono di come si facciano prendere dalla rabbia e siano troppo pesanti. Esistono diversi sistemi per poter cambiare atteggiamento e fare comunque una reprimenda ai figli, senza dover per forza di cose mettere in discussione, nei loro pensieri, l’amore che si prova nei loro confronti.

Rimproverare i bambini, ecco come fare

Un ottimo sistema per rimproverare i bambini, senza però che questi ultimi possano farsi venire sui dubbi dell’amore provato dai genitori, è quello suggerito da Gerard E. Nelson. Si tratta di un metodo che è stato suggerito proprio da questo famoso psichiatra infantile, apprezzato e conosciuto in tutto il mondo. Un sistema che prevede di seguire ben otto regole.

L’esperienza insegna

Si tratta, come si può intuire, di una formula che è stata resa più efficace anche dall’esperienza. Tratti da un libro denominato “The one minute scolding”, ovvero la sgridata di un minuto, ecco i suggerimenti per poter rimproverare i bambini, facendoli sentire in ogni caso molto amati.

Separare i fatti dalle emozioni

La prima regola che dovrebbe essere rispettata è quella di provare a descrivere i fatti, cercando di separarli sempre e comunque dalle emozioni. Pare una cosa da niente, eppure il bambino spesso e volentieri non riesce a comprendere le motivazioni che stanno dietro ad un rimprovero. Infatti, per i bambini è del tutto naturale e istintivo spintonare qualcuno che lo ha fatto andare su tutte le furie.

Gli svantaggi di comportarsi male

I genitori dovrebbero anche cercare di spiegare ai figli gli svantaggi di comportarsi in un certo modo. Il bambino deve provare ad approfondire il senso del messaggio. È fondamentale che mamma e papà svelino il comportamento errato e spieghino i motivi per cui è svantaggioso, prima di tutto per lui, piuttosto che per gli stessi genitori.

Spiegare la regola infranta

Un’altra regola da seguire per rimproverare i figli, è certamente quella di spiegare quale regola sia stata infranta. Le regole devono essere affermate e riaffermate di continuo, non importate se si è già ripetuta la stessa frase più e più volte.

Una pausa può essere utile

È importante che i genitori facciano una pausa ad un certo punto. Lo scopo è quello di fare in modo che la rabbia se ne vada completamente ed evitare di cominciare un vero e proprio battibecco. Non è una cosa semplice da fare, soprattutto nel momento in cui si è davvero arrabbiati. Ad ogni modo, la pausa serve anche per osservare come sta reagendo il bambino.

Commenti

commenti