Riordinare la cameretta: ecco come si devono abituare i figli

0
288
Riordinare la cameretta

Mantenere in ordine la cameretta è sempre più complicato e i vostri figli sono ormai abituati ad abitare in un vero e proprio caos? Allora avete bisogno di qualche consiglio utile per porre rimedio a questa situazione. Migliorare è possibile, ma è necessario capire come serva mettersi d’impegno fin da subito, senza perdere tempo.

Riordinare la cameretta in modo efficace

Il modo migliore per poter riordinare la cameretta in modo efficace è certamente quello di coinvolgere in tale situazione il bambino. Bisogna farlo in maniera regolare, altrimenti poi la fatica di dover sistemare tutto da soli è praticamente doppia. Ecco, quindi, alcuni trucchi che possono tornare molto utili a questo scopo.

Dovete essere costanti

Il primo consiglio da seguire è quello di mettere in ordine la cameretta in maniera regolare. Si suggerisce di riordinare magari poco alla volta, ma cercando di svolgere tale operazione più di frequente, al posto che fare tutto in una sola volta.

Coinvolgere il bambino

Un altro ottimo suggerimento è quello di coinvolgere il bambino nell’operazione di riordino, anche se è piccolo. D’altronde, se lo fanno le maestre quando è all’asilo, si può tranquillamente fare anche a caso. In maniera periodica si può scegliere quali sono i giocattoli che devono essere conservati in camera, quali magari mettere via in cantina o in garage o quali invece dare in regalo.

No al caos

Inoltre, nella cameretta del bambino non devono mai essere assenti né i contenitori e nemmeno le ceste, soprattutto nel caso in cui non ci siano abbastanza scaffali a contenere tutto. Inoltre, è sempre meglio che la parte che si trova più in basso degli scaffali sia lasciata libera, in maniera tale che sia il bambino stesso a decidere come riordinare i suoi giochi.

Abituarli fin da piccoli

I bambini che hanno meno di tre anni sono più vicini all’ordine di quanto si possa pensare. Ecco spiegato il motivo per cui l’attività di riordino dovrebbe essere insegnata fin da subito, cercando di farlo in maniera tale che possa sembrare un vero e proprio gioco. È importante anche che il bambino possa trovare un suo modo di mettere via le cose.

Riordinare dopo aver finito di giocare

Una volta che si finisce di giocare, si consiglia sempre di riordinare tutto. Il bambino deve essere preparato e deve essere messo di fronte ad una tempistica (ad esempio un quarto d’ora) che deve essere rispettata. Nel caso in cui il bambino riesca a seguire alla lettera tutte le richieste, ecco che bisogna fargli tutti i complimenti del caso.

Commenti

commenti