Sabbia, ecco perché giocarci fa così bene ai bambini

0
48

Volete sapere perché i bambini amano così tanto la sabbia? Ebbene, in realtà si tratta di uno dei materiali migliori per andare a stimolare in maniera adeguata non solamente la creatività, ma pure la manualità nonché i vari sensi del bambino, che migliora in maniera considerevole sia la concentrazione che la capacità di rilassarsi.

Giocare con la sabbia, di conseguenza, non rappresenta solo un’attività divertente, ma anche molto importante per quanto riguarda la crescita a livello psicofisico del bambino. Proviamo a capire da più vicino quali possano essere gli effetti benefici principali di una scelta simile. Ebbene, il suggerimento migliore che i genitori dovrebbero seguire è quello di evitare di intervenire per indicare ai bambini come usare la sabbia, ma la cosa migliore da fare è quella di rilassarsi e di lasciare che si divertano in autonomia a scoprire questo materiale.

Una delle principali caratteristiche della sabbia è quella, infatti, di essere in grado di trasformarsi nel vero e proprio senso della parola. Infatti, diventa chiara, leggera e anche asciutta nel momento in cui è esposta ai raggi del sole. Inoltre, quando viene bagnata dall’acqua, ecco che diventa molto più compatta, di colore scuro e anche decisamente pesante.

I bambini vedono tutto questo processo di trasformazione della sabbia come una sorta di vera e propria magia. Un fenomeno che riesce a diventare molto affascinante e in cui possono ergersi finalmente a protagonisti, dal momento che ritengono di avere proprio il poter di poter trasformare la sabbia come e quando vogliono.

Gli effetti benefici che derivano dalla manipolazione della sabbia, in effetti, sono numerosi: si va da semplice sviluppo delle abilità dal punto di vista fisico e cognitivo, senza dimenticare la capacità di socializzazione nel momento in cui si utilizza e ci si diverte con questo materiale insieme ad altri bambini.

Non è finita ovviamente qui, dal momento che la sabbia può vantare anche su tante altre proprietà sotto il profilo terapeutico, come viene specificata con la SandPlay Therapy. Si tratta di una tecnica che si rifà ad una psicologia analitica che si può applicare solamente da parte di un professionista come uno psicoterapeuta che abbia ottenuto uno specifico diploma in tal senso.

Il consiglio più spassionato da dare ai genitori, quindi, è proprio quello di evitare di intromettersi durante a fase in cui i bambini giocano con tale materiale. Si può sfruttare questo momento proprio per trovare un po’ di relax, permettendo ai bambini di giocarci liberamente e senza alcun tipo di vincolo oppure di rimprovero.

Commenti

commenti