Schermi dispositivi, il rendimento scolastico potrebbe risentirne

0
21

Una delle ultime ricerche che sono state portate a termine e che ha trovato poi spazio sulla rivista “Jama Pediatrics”, ha messo in evidenza i pericoli di uso prolungato dei dispositivi mobili da parte dei bambini. Infatti, stando per troppo tempo di fronte agli schermi dispositivi, il rischio che si corre è quello di abbassare notevolmente il rendimento scolastico.

La ricerca arriva direttamente dalla Spagna ed è stata ribattezzata “Is overall screen time associated with academic performances in kids, teen?”. L’analisi è abbastanza chiara da capire: non è tanto l’uso di smartphone e tablet a influenzare il loro rendimento a scuola, quanto piuttosto il fatto di trascorrere troppo tempo davanti a degli schermi, che sia quello della tv oppure di una console, del pc o del telefonino.

Schermi dispositivi e pagella a scuola: scopriamo se esiste un legame

L’indagine è stata realizzata da parte di Mireia Adelantado-Renau, dell’University Jaume I, in Spagna e ha compreso ben 58 studi che sono stati rianalizzati. Nello specifico, sono stati rivisti i dati di più di 480 mila persone di età compresa tra 4 e 18 anni. Inoltre, è stata portata a termine anche una meta-analisi che è riuscita a incrociare i dati e risultati di oltre una trentina di indagini che avevano riguardato altri centomila partecipanti.

Il gruppo di scienziati, nello specifico, si è concentrato sulla frequenza d’impiego e sul tempo che i partecipanti hanno passato di fronte allo schermo di un qualsiasi dispositivo mobile o console e hanno rapportato questi dati ai risultati ottenuti a scuola in svariate materie, tra cui matematica e le lingue straniere.

Da una parte gli studiosi hanno capito come l’impiego di questi device digitali con display, di solito, non ha particolari legami con le prestazioni ottenute entro le mura scolastiche. Detto questo, bisogna considerare un’eccezione. Ovvero, capita sempre più di frequente che più tempo si passa incollati alla tv oppure ai videogiochi di una console di nuova generazione, e più i risultati a scuola vanno peggio.

Serve un ruolo sempre più attento da parte degli educatori scolastici

Combinando questa ricerca con precedenti studi, il gruppo di scienziati ha intuito come ci siano numerosi contrasti in riferimento all’impiego legato tra uso di dispositivi scolastici digitali e voti in pagella.

Ad ogni modo, non è stata assolutamente una ricerca a vuoto, dal momento che questa indagine ha messo in evidenza come le figure fondamentali del settore dell’educazione pubblica dovrebbero essere in ogni occasione attente al controllo dei bambini e del loro utilizzo eccessivo.

Commenti

commenti