Schermo e bambini, chi ci passa meno tempo diventa più intelligente

0
167
schermo e bambini

Il rapporto tra schermo e bambini potrebbe essere molto più importante di quello che si pensa. Stando ad uno studio che è stato svolto recentemente, pare che proprio che l’abuso di giochi su display particolarmente luminosi andrebbe a togliere del tempo fondamentale al sonno oppure ad altre attività che possono essere decisamente più stimolanti.

Schermo e bambini, nuova ricerca

Quindi, ecco spiegato il motivo per cui sarebbe consigliabile per i genitori cercare di impartire una dovuta educazione ai figli sul loro utilizzo. Quindi, i bambini dovrebbero trascorrere meno di due ore al giorno davanti gli schermi di qualsiasi dispositivo. Seguendo questa linea guida si potrebbero notare degli effetti positivi sulla crescita cognitiva dei bambini.

Meno tempo si passa davanti ad uno schermo e…

I bambini che trascorrono meno tempo giocando ad un tablet oppure guardando la televisione sono anche quelli che sviluppano maggiormente l’intelligenza. Questo sarebbe l’esito di una ricerca molto recente. Lo studio ha trovato spazio sulla rivista The Lancet Child & Adolescent Health. E sembra proprio che tale tendenza sia effettivamente reale.

Rischio di esagerare

Sia i videogiochi che, più in generale, un po’ tutte le attività ricreative su schermo, possono dare una mano ai bambini ad avere un approccio decisamente migliore con l’universo digitalizzato. D’altro canto, però, è consigliabile evitare ogni tipo di abuso. Infatti, per quanto possano essere utili tali strumenti, il rischio è quello di esagerare e di passarci davanti fin troppo tempo.

Lo studio

I bambini, infatti, potrebbero perdere troppo tempo dietro ai dispositivi elettronici, che potrebbe essere usato sia per il riposo che per dedicarsi ad altre attività decisamente più stimolanti. Una ricerca a cui hanno preso parte 4500 bambini di età compresa tra 8 e 11 anni. Si tratta, però, di uno studio compreso in un progetto di più ampio respiro concernente la crescita cognitiva dei bambini.

La raccolta dati

I dati che sono stati raccolti da parte del gruppo di ricercatori canadesi e americani, ha messo in evidenza anche altri aspetti. Ad esempio, come solamente un bambino su venti rispetti le regole stabilite dal Canadian 24-hour Movement Guidelines per un normale sviluppo psico-cognitivo. I bambini americani trascorrono, in media, 3,6 ore davanti ad un display.

I risultati dei test

Ebbene, questo limite è eccessivo stando al pensiero degli studiosi. Dopo diverse prove e test sugli oltre 4500 bambini, sono emersi diversi risultati molto interessanti. Infatti, si è capito come i bambini che trascorrevano meno tempo davanti al display di un pc, un tablet o una tivù, erano poi quelli in grado di totalizzare i punteggi migliori nelle prove di memoria, abilità linguistiche, concentrazione e velocità cognitive.

Commenti

commenti