Sonnellino pomeridiano: ecco perché fa così bene agli adolescenti!

0
170
sonnellino pomeridiano bambini

Il sonnellino pomeridiano sarebbe un vero e proprio toccasana per i ragazzi adolescenti. Il motivo? Garantirebbe un miglioramento del livello di attenzione. Non solo, dal momento che a beneficiarne sarebbero anche la memoria spaziale e il ragionamento non verbale nel corso dei primi anni della fase adolescenziale.

Sonnellino pomeridiano bambini: quanto è utile?

Nello specifico, i ragazzi che rispettano la regola del sonnellino pomeridiano almeno 5-7 volte alla settimana potrebbero contare su numerosi effetti benefici. Ad esempio, stando a questo studio, avrebbero maggiori possibilità di essere notevolmente più accurati nelle attività che devono svolgere, così come si alzerà anche la soglia di attenzione.

Una nuova ricerca

Una ricerca portata a termine da poco da un gruppo di ricercatori dell’Università del Delaware ha trovato spazio sulla rivista Behavioural Sleep Medicine e parla proprio dell’importanza del sonnellino pomeridiano. Infatti, garantirebbe un notevole miglioramento della soglia di attenzione, così come della memoria spaziale e della capacità di ragionamento non verbale negli adolescenti.

La scoperta degli esperti

In base a quanto è stato scoperto dagli esperti, quindi, nel corso della prima fase dell’adolescenza si verifica una vera e propria modifica evolutiva. Infatti, il ritmo cambia in confronto alle fasi preadolescenziali. I ragazzi devono svegliarsi prima per andare a scuola e comincia a diffondersi il rischio di privarsi in maniera cronica del sonno.

I risultati

Il gruppo di ricercatori ha operato prendendo in considerazione un campione pari a 363 giovani in Cina, caratterizzati da un’età media pari a 12 anni. Proprio in Cina c’è una diffusa abitudine di fare il sonnellino pomeridiano subito dopo il pranzo di mezzogiorno. I ricercatori lo hanno ovviamente tenuto in considerazione, così come hanno misurato altri fattori, così come la qualità e durata del sonno notturno e le prestazioni in varie attività neurocognitive.

Le statistiche

Ebbene, stando alle statistiche, il 64% dei partecipanti allo studio ha fatto oltre 3 sonnellini alla settimana. Ben il 70% di essi ha riposato in ciascun sonnellino per più di mezz’ora. In totale, i risultati stanno ad indicare come i ragazzi che hanno preso parte al test hanno dormito più di frequente e anche più a lungo nel pomeriggio hanno beneficiato anche di un riposo notturno migliore.

Chi dorme è più attento…

Chi ha fatto un sonnellino 5-7 volte a settimana ha dimostrato di saper mettere maggiore attenzione nello svolgimento dei compiti a casa. Nello specifico, è stato registrato un incremento pure della capacità di ragionamento non verbale, così come sono migliorati i tempi di reazioni in riferimento alla reazione spaziale. In sostanza, c’è un legame tra sonnellino pomeridiano e la funzione neurocognitiva della prima fase dell’età adolescenziale.

 

Commenti

commenti