Vacanza con i nonni, ecco come evitare di preoccuparsi

0
45
vacanza con i nonni

Avete deciso di lasciar andare i vostri bambini in vacanza con i nonni? Questa decisione, però, non permette di dormire sonni tranquilli? State tranquilli: ecco qualche suggerimento che potrà tornarvi molto utile. Prima di tutto, per un bambino, un passo del genere è importante anche per la propria crescita personale.

È importante, però, che alla vacanza con i nonni i bambini ci arrivino preparati, soprattutto quando è la prima volta. È fondamentale che i bambini non vivano in maniera errata e troppo sofferente la separazione e il distacco con i propri genitori. Ecco spiegato il motivo per cui tale preparazione deve avvenire in maniera costante e graduale.

Vacanza con i nonni, conosceere le abitudini dei piccoli

I nonni devono conoscere in maniera approfondita un po’ tutte le abitudini dei piccoli, senza che si richieda di seguirle sempre alla lettera. Alla fine dei conti, è importante che i bambini possano fidarsi dei nonni: in questo senso, mamma e papà devono rassicurare il piccolo e dare ai nonni tutte le informazioni del caso.

Un altro fattore che può fare la differenza è la disponibilità al gioco dei nonni. Quando vanno in vacanza con i nipoti, infatti, devono essere disponibili a sacrificare buona parte del proprio tempo a giocare con loro: non devono di certo avere timore nel rivoluzionare completamente la loro routine.

Nel caso in cui i bambini stiano soffrendo di un momento di malinconia, allora c’è la possibilità di risolvere la situazione in modo anche un po’ fantasioso. Si tratta di un accorgimento che può tornare molto utile specialmente nei primi tre anni di vita del bimbo. Infatti, prima di andare a dormire, può capitare che i bambini soffrano un po’ per via della distanza rispetto ai genitori.

Raccontare storie e aneddoti e il contatto telefonico con i genitori

Ebbene, in questi casi, i nonni non devono far altro che leggere loro una bella storia. Può essere un sistema davvero molto semplice e di impatto immediato per riuscire a tranquillizzarli. I bambini, infatti, hanno spesso una grande curiosità nei confronti delle storie e i nonni possono far leva proprio su questo aspetto per raccontare delle avventure o degli aneddoti che riguardano il proprio passato.

Interessante anche notare come tra nonni e genitori ci debba essere un accordo per fissare degli appuntamenti telefonici ogni giorno. Che sia tramite il telefono, WhatsApp oppure Skype è fondamentale che i bambini non perdano mai il filo di contatto diretto con mamma e papà, che hanno bisogno di sentire ogni giorno.

Commenti

commenti