Auto a 18 anni, come si devono comportare i genitori

0
14
Auto a 18 anni

Quando arriva il momento di comprare l’auto a 18 anni, i genitori spesso hanno difficoltà a trovare la giusta soluzione. L’auto nuova oppure usata? Questo è uno dei tanti dubbi che hanno i genitori nel momento in cui i figli tornano a casa con la patente in mano, subito dopo averla ottenuta.

Auto a 18 anni, le statistiche

Il dato che riguarda i giovani che prendono la patente, però, sta calando. In confronto al 2012, nel 2016 i ragazzi di età compresa tra 18 e 19 anni che hanno affrontato l’esame per la patente hanno subito una diminuzione dell’8,4%. Non si tratta, però, di una statistica che deve essere letta in modo sbagliato: è l’età media a cui si prende la patente che è salita.

Non sottovalutare questo momento

Tanti genitori sottovalutano questo momento, eppure al giorno d’oggi la fase in cui un adolescente prende la patente è davvero molto importante. Infatti, poter guidare la macchina riesce a garantire quell’indipendenza che in tanti cercano e che vuol dire essenzialmente poter diventare finalmente protagonisti della propria vita.

Una fase conflittuale

Infatti, la crescita di un adolescente passa anche da un momento simile. Soprattutto, però, vive questa fase in modo conflittuale: da una parte c’è il distacco e l’indipendenza dalla propria famiglia, ma d’altro canto si hanno anche più responsabilità, iniziando ad avvertire il fatto di non essere più un semplice bambino.

Lo sforzo è economicamente possibile?

Quindi, la prima cosa che dovrebbero fare i genitori è quella di valutare con attenzione la situazione. Insomma, non sempre l’acquisto di un’auto è un atto necessario, dato che bisogna considerare anche la situazione economica in cui versa la famiglia. Fare uno sforzo per i genitori è possibile solo se non si rischia di fare il passo più lungo della gamba.

Il tipo di vettura da comprare

Spostando l’analisi sulla tipologia di vettura da regalare ad un neopatentato, è chiaro come ci siano da fare dei ragionamenti, ma anche ascoltare i desideri del ragazzo. Insomma, le macchine nuove e potenti sono certamente un azzardo e possono costare troppo, ma è bene differenziare quello che può essere un capriccio da un desiderio realistico.

Serve dialogo

La costruzione di un percorso di crescita passa necessariamente dal riuscire a far comprendere al ragazzo quanto sia importante un passaggio del genere, soprattutto a livello di consapevolezza. Quindi, è bene dare dei limiti, ma bisogna comunque dialogare, in modo tale da far responsabilizzare anche chi è alla ricerca di autonomia.

Commenti

commenti