Bambini e nuove tecnologie, ecco come devono comportarsi i genitori

0
35
genitori e teenager tecnologia

Spesso e volentieri si parla del rapporto tra bambini e nuove tecnologie, giungendo a conclusioni piuttosto differenti. È molto importante riuscire a stabilire delle regole corrette e sensate per fare in modo di mantenere il più possibile l’armonia in famiglia e fare in modo che i figli rispettino le regole instaurate.

È abbastanza facile capire come i bambini nutrano una grande curiosità nei confronti del mondo digitale, ma al contempo devono essere bravi i genitori a porre dei limiti nei confronti di una tematica che fa sempre molto discutere.

Bambini e nuove tecnologie: importante che i genitori pongano dei limiti

In un mondo che si sta spostando sempre di più verso il digitale, avere ben chiari i limiti a cui i bambini devono approcciarsi nel sottostare a queste nuove tecnologie è molto importante. Tutti gli strumenti digitali, quando vengono utilizzati in modo corretto, sono utili e importanti, ma d’altro canto possono portare facilmente all’isolamento e a difficoltà nel rapportarsi con i coetanei.

La tecnologia, però, non deve chiaramente essere demonizzata: nel caso in cui l’esperienza venga tenuta sotto controllo ottimamente da parte dei genitori, allora i bambini possono sfruttarla anche per crescere, in maniera tale da ampliare il proprio bagaglio culturale, oltre che ovviamente usare la tecnologia come strumento per divertirsi.

Un aspetto, però, è bene mettere fin da subito in evidenza: tutti i bambini che hanno meno di 3 anni non hanno alcun bisogno di essere stimolati da parte degli strumenti tecnologici. In ogni caso, è importante seguire sempre una regola specifica: il buon senso è fondamentale e deve ispirare qualsiasi decisione venga presa in tale ambito.

I rischi di un uso eccessivo degli strumenti tecnologici: cosa si perdono i bambini?

Ci sono ovviamente dei rischi per tutti quei bambini che utilizzano in maniera eccessiva le nuove tecnologie. Il pericolo principale che si corre è quello di allontanare i bambini da quella che è la loro realtà anagrafica. Quindi, rischiano di lasciare per strada tutte quelle esperienze di carattere sensoriale che altrimenti potrebbe fare insieme ai loro coetanei.

I comportamenti motori, sensoriali e sociali dei bambini non possono essere “tappati” con la tecnologia. La crescita dei bambini eccessivamente legati all’uso delle nuove tecnologie potrebbe essere seriamente compromessa. Tutto dipende, quindi, dal fatto di riuscire a regolarsi nell’uso dei nuovi strumenti digitali e tecnologici: i genitori possono far avvicinare i propri figli da un’età pari a 6-9 anni e questo può rappresentare un notevole plus anche per lo sviluppo del loro bagaglio culturale.

Commenti

commenti