Bugie e adolescenti: quanti problemi da risolvere per i genitori!

0
1141
Bugie e adolescenti

Bugie e adolescenti è uno di quei temi che piuttosto di frequente i genitori si trovano a dover affrontare. Si tratta chiaramente di un comportamento che non può far piacere ai genitori, ma che in realtà nasconde molto altro. Ad esempio, le bugie, dalla parte dei ragazzi, si possono considerare come una specie di prova tecnica per poter arrivare ad una completa autonomia.

Bugie e adolescenti, è fisiologico?

Insomma, entro determinati limiti, le bugie si possono anche considerare naturali e fisiologiche. Chiaramente i genitori devono educare i propri figli sempre tenendo conto della ricerca della verità. Quest’ultima è fondamentale non solamente per la costruzione di un rapporto che si basi sulla fiducia. Infatti, si può dare una mano al ragazzo a cercare di affrontare sempre più spesso la realtà, compresa chiaramente anche quella che non piace.

Percorso normale verso l’autonomia

Una bugia detta ogni tanto rappresenta un percorso di normale avvicinamento verso l’autonomia. Si tratta di una pratica che si ritrova di frequente nei bambini più piccoli perché hanno intenzione di provare almeno una volta quella sensazione di dire una cosa non vera ai propri genitori. Oppure per nascondere qualche guaio che sono riusciti a combinare.

Bugie diffuse a che età?

E le bugie sono ancora più diffuse sia in età pre-adolescenziale che adolescenziale. Infatti, si tratta di uno dei segnali che fanno da spartiacque tra la fase della dipendenza dai genitori alla voglia di dimostrare di essere in grado di gestirsi e assumersi responsabilità, ma anche compiere scelte che prima si delegavano sempre e comunque a mamma e papà.

Bugia può essere anche un fatto positivo?

La bugia, in questi termini, rappresenta anche un fatto positivo, dal momento che riesce a educare verso il senso di responsabilità. Infatti, in caso contrario, sono sempre i genitori a decidere al posto del figlio, sottraendolo sempre e comunque dalle sue responsabilità, con l’effetto negativo che in questo modo i figli non possono proprio crescere.

A cosa servono spesso

Le bugie a volte servono ai figli per poter celare alcune verità dal momento che hanno paura che queste ultime potrebbero causare un notevole dispiacere ai propri genitori. O anche nel caso in cui sono a conoscenza del fatto che, a priori, i genitori non sarebbero assolutamente d’accordo con quel che hanno combinato.

Esperienze che si devono fare

E il fatto di dover dire bugie e compiere ugualmente quelle azioni e tenere quei comportamenti che sanno che sono sbagliati sono delle esperienze che un po’ tutti i figli devono fare. Quindi, quando i genitori capiscono di aver ascoltato una bugia dal figlio, la reazione è altrettanto importante e dipende direttamente dalle bugie. Per quelle piccole si può anche evitare di arrabbiarsi.

Commenti

commenti