Consigli utili per evitare le gelosie tra i fratelli: cosa non deve dire un genitore

0
346
Gelosia
Gelosia tra fretelli

La gelosia, è un sentimento del tutto spontaneo, manifestato spesso dal primogenito nei confronti dei fratelli minori. Molti esperti, spiegano che questo tipo di sentimento, è assolutamente naturale, ed è sentito da tutti i bambini anche se non è palesemente manifestato. Il cambiamento, è ciò che influisce sulle sensazioni dell’individuo, e che influenza il suo atteggiamento: in questo specifico caso, il cambiamento è rappresentato da una regressione, che ha il primogenito per attirare le attenzioni su se stesso; si regredisce per ripristinare in modo inconscio una realtà in cui ci si sentiva al sicuro, protetti ed ovattati.

L’individuo, sin dai primi anni di vita, si forma, forma la sua personalità: è nei primi tre anni circa che si stabiliscono le coordinate per la formazione del carattere, che potrebbe modificarsi, sotto la spinta di moti emotivi, dati dai cambiamenti, tra cui l’arrivo di un fratello o di una sorella. Le attenzioni che prima si concentravano in modo del tutto totalizzante sul primogenito, ora vengono canalizzate verso il neonato che ha necessità di attenzioni costanti.
Sono i genitori a dover colmare la distanza che si viene a creare tra i fratelli, soppiantando la gelosia; il loro ruolo dunque, in questa fase, è estremamente delicato, in quanto, starà nelle loro mani la gestione del rapporto con i propri figli e la gestione delle loro emozioni. La comunicazione, verbale e non verbale, diventa in questa fase, di primaria importanza: alcune frasi, alcune imposizioni, alcuni comandi nonché alcune pretese, vanno del tutto evitate, in quanto tendono a creare una maggiore spaccatura tra i genitori ed il bambino che soffre di gelosia.

La prima cosa da evitare tra i due fratelli, è il confronto: i bambini non sono mai uguali tra loro, ed inoltre porre un termine di paragone tra i due, significa smorzare l’unicità dell’uno a dispetto dell’altro. E’ sempre meglio esaltare le doti di entrambi e le caratteristiche che appartengono al singolo.
E’ consigliabile non imporre al primogenito/a di amare il proprio fratello minore: l’affetto, è un sentimento del tutto spontaneo, che non può essere imposto a comando. E’ importante che il genitore, funga da collante tra i due, sottolineando il bisogno fisiologico del minore nei confronti del maggiore.
E’ ancora consigliabile non dire mai al primogenito frasi del tipo “Sei cresciuto, devi fare da solo”. “Sei grande bada a tuo fratello”. Frasi sui generis, suscitano nei bambini una fortissima gelosia, a causa della perdita del ruolo primario e del senso di responsabilità di cui non tutti i bambini riescono a farsi carico.

Per controllare la rivalità tra fratelli, è importante gestire il linguaggio verbale e non verbale: anche il tempo, la comunicazione con il corpo, la complicità che si può creare con il primo figlio, può aiutare ad attutire la distanza tra i due, in modo sempre più naturale.

Commenti

commenti