Coronavirus, ecco perché non ha senso avere paura

0
44
coronavirus

Si continua a sentir parlare di coronavirus nel corso degli ultimi giorni e i casi si stanno moltiplicando continuamente. Ci sono tante persone che sono state allontanate, ma si parla anche di voli che sono stati bloccati verso la nazione cinese.

Ebbene, la pura sta cominciando a dilagare e la giornalista Roberta Villa fa un po’ di chiarezza, in modo tale da capire se effettivamente è giusto avere paura. In effetti, in questi casi è normale avere un po’ di timore, ma in ogni caso il pericolo di preoccuparsi troppo è quello di far scattare degli allarmismi inutili in questo momento.

Ci sono diverse mamme che stanno pensando di non far andare a scuola i figli, perché in classe ci sono dei compagni cinesi. Ci sono gestori di bar e negozi che, all’entrata, applicano un divieto di ingresso per tutte quelle persone che sono da poco tornate da un viaggio in Cina.

Insomma, il coronavirus sta facendo dilagare una vera e propria psicosi. Roberta Villa, che ha scritto il libro Vaccini, il diritto di (non) avere paura, che tra l’altro fa parte anche del tavolo tecnico in merito alle vaccinazioni del Ministero della Salute, ha espresso diversi pareri fondamentale per comprendere meglio la situazione e fare chiarezza.

È inevitabile essere un po’ preoccupati, dal momento che questo sentimento porta semplicemente ad affrontare di un problema ed evitare che possa avere delle conseguenze ancora più gravi proprio per via del fatto che venga sottovalutato.

Commenti

commenti