Fidget spinner, fanno davvero bene? Ecco il parere degli esperti

0
66
fidget spinner scuola

Sono diventati un vero e proprio fenomeno nel corso degli ultimi anni: stiamo facendo riferimento ai fidget spinner, che hanno raccolto un enorme successo sul mercato già due anni or sono. Eppure, sono tantissimi gli istituti scolastici che hanno deciso di vietarli all’interno delle aule scolastiche, dal momento che porterebbero i ragazzi a distrarsi eccessivamente.

Figdet spinner, nati da un’idea di Catherine Hettingher

La loro invenzione risale addirittura a oltre vent’anni or sono: tutto merito della statunitense Catherine Hettingher. Ebbene, nel 2017 sono diventati uno dei giochi più amati e apprezzati da parte di tutti i bambini. Cosa sono? Ricordano una specie di trottola che ruota, il cui movimento viene avviato utilizzando le dita.

Un oggetto in grado di far calare lo stress

L’obiettivo dell’americana Hettingher era semplicemente quello di realizzare un oggetto che potesse portare ad una diminuzione dello stress. Eppure, è capitato in numerose occasioni che fosse ritirato da delle scuole esattamente per il motivo contrario. In poche parole, secondo svariati maestri e professori, andrebbe invece a distrarre gli studenti.

Si possono acquistare ovunque

Al giorno d’oggi i fidget spinner si possono trovare veramente dappertutto. Non solamente nei negozi di giocattoli, ma anche nei supermercati, perfino nelle ricevitorie: il costo va dai 5 fino ai 15 euro. Chiaramente, sono stati realizzati anche dei modelli nettamente più cari, creati in oro oppure con altri metalli preziosi, che possono sfondare budget molto importanti.

Sono utili o no?

Per capire se siano davvero utili o meno, però, quello che mancano sono delle ricerche in ambito scientifico. Come sapere, quindi, se possono effettivamente essere utili ai bambini, oppure nascondano dei rischi? Quel che è certo, però, è che tali giochi non sono stati sviluppati da parte di scienziati comportamentali che hanno notevoli competenze in tema di disabilità intellettiva.

Test scientifici?

Un articolo di Live Science, però, svela come ci siano stati alcuni test scientifici, a quanto pare, che sembrano abbiano dato l’ok su un effetto antistress dei fidget spinner. Ovvero, il loro movimento sarebbe veramente in grado di dare una mano agli studenti che soffrono del disturbo da deficit di attenzione-iperattività.

Pare che…

Secondo questo test, quindi, pare che il movimento di questa specie di trottola garantisca un bell’aiuto ai ragazzi per conservare sempre intatta la concentrazione durante lo studio, mentre seguono la lezione o quando sono impegnati in altre attività. Qualche studio circa test di attenzione e attività motoria dei bambini con deficit esiste, ma giocare con una di queste trottole, visto che non porterebbe a svolgere un’attività fisica piuttosto intensa, non permetterebbe di godere dei medesimi effetti positivi di altri sistemi.

Commenti

commenti