Genitori italiani, una nuova indagine rivela cosa ne pensano della scuola!

0
656
genitori italiani

Sono tanti i problemi che devono affrontare i genitori italiani e non ci si può sempre nascondere dietro ad un dito. Uno di quelli avvertiti più intensamente è certamente riguardante l’ambito scolastico. Ed emerge in tutta la sua gravità anche in seguito ad una specifica ricerca che è stata portata a termine da parte della Varkey Foundation, un ente benefico che si occupa dell’istruzione globale.

Genitori italiani e l’ultimo sondaggio di Ipsos

Questa ricerca è stata svolta basandosi su vari sondaggi che sono stati portati a termine da parte di Ipsos. L’obiettivo era quello di capire quali fossero le speranze, ma anche il pensiero e le prospettive dei genitori riguardanti la scuola. Lo studio ha coinvolto ben più di 27 mila genitori in circa 29 paesi differenti.

Un’indagine completa

Si tratta di un’indagine particolarmente completa circa il modo di comportarsi da parte dei genitori di tutto il mondo, in merito alla scuola e all’educazione che viene proposta ai figli. Infatti, lo studio ha coinvolto genitori provenienti da ogni parte del mondo e da ogni continente.

I risultati in Italia

Cerchiamo di capire, però, quello che sono stati i risultati in Italia. Solamente il 21% dei genitori pensa come ci sia stato un miglioramento negli standard educativi nel corso dell’ultimo decennio. In questa particolare graduatoria i genitori italiani sono al quarto posto, in compagnia del Giappone, seguiti a ruota da Sudafrica, Russia, Germania e Francia.

L’involuzione degli standard educativi

Più del 56% dei genitori italiani mette in evidenza come gli standard educativi, durante gli ultimi dieci anni, si siano involuti. La media dei genitori dell’indagine si aggira intorno al 37%. Questo pensiero deriva soprattutto dai genitori che, a suo tempo, si sono laureati, in confronto a quelli che avevano solamente un’istruzione secondaria.

I buoni del Governo

Tra l’altro, i genitori in Italia sono sempre più d’accordo (70%) a ricevere dei buoni formativi dal Governo. Si tratta di una percentuale che supera di gran lunga quella evidenziata negli altri principali paesi europei, come Regno Unito, Francia, Spagna e Germania.

La considerazione dell’università

Sempre in Italia è stato riscontrato come i genitori abbiano verso l’università una considerazione che non si rinviene in nessun altro paese. Nel 37% dei casi l’università viene definita fondamentale e nel 66% dei casi importante. Un’importanza attribuita agli atenei che varia in altri paesi: in Germania viene ritenuta importante solo dal 13% dei genitori, in Francia dall’11% e in Spagna dal 23%.

Ottimisti? Non molto…

Ottimismo sul futuro della prole? In Italia solamente il 39% dei genitori riesce ad esserlo. La media dell’indagine, invece, si aggira intorno al 60%. E nel 78% dei casi, invece, i genitori italiani ritengono che la qualità della formazione scolastica sia buona. Si tratta di una percentuale che rasenta il 100% (95%) in riferimento alle scuole private, ma si abbassa con le scuole pubbliche (76%).

Commenti

commenti