Genitori scendono in campo a Torino e sistemano le aule dei figli!

0
721
scuola dei figli

Cosa potrebbe succedere se i genitori e il personale scolastico si unissero per sistemare le scuole che hanno la necessità di ricevere degli atti di vera e propria manutenzione? Il lavoro estivo, questa volta, non riguarda i figli, ma più che altro i genitori che in un progetto piuttosto interessante si sono dati da fare per sistemare le aule dei figli.

I genitori collaborano con il personale scolastico

Tutto questo è accaduto a Torino, dove personale scolastico e genitori stanno collaborando in un progetto veramente molto interessante e che ha pochi eguali in tutta Italia. L’obiettivo in comune di genitori e del personale scolastico è quello di rendere molto più accogliente e pulito l’istituto dove figli e studenti trascorrono tutta la mattinata e non solo.

Le scuole Ottino e Palazzeschi

Il riferimento è al progetto che ha visto coinvolte le scuole Ottino e Palazzeschi: entrambe le strutture avevano una forte esigenza di manutenzione. Di conseguenza, i genitori non si sono persi d’animo e hanno voluto mettersi in gioco in prima persona.

Il lavoro dei genitori

Infatti, i genitori hanno cominciato a lavorare con attrezzi e pennelli per rendere molto più presentabili le aule e anche altre stanze dell’edificio scolastico. L’ultimo intervento che è stato svolto in ordine di tempo risale a poche settimane fa, quando i bambini che frequentano la scuola erano già a casa per le vacanze estive.

Un progetto iniziato in primavera

Il progetto ha avuto una durata notevole, dal momento che ha preso il via nella scorsa primavera e ha permesso di portare a termine la riqualificazione di ben altre sette classi, a cui si deve aggiungere pure l’infermeria. Se tra le persone che si sono messe al lavoro c’erano competenze specifiche, ecco che si decideva di fare anche altri interventi mirati di ristrutturazione.

CollaboriAmo la scuola

Un’iniziativa veramente lodevole, ma come è stato messo in evidenza da Gabriella Bonatto, la dirigente scolastico dei due istituti torinesi, già dal nome con cui è stato ribattezzato si può capire molto. Infatti, il progetto prende il nome di “CollaboriAmo la scuola”.

Un progetto di solidarietà e volontariato

Si tratta di un progetto che certamente si può definire di solidarietà, ma anche di volontariato, in cui finalmente ad avere un ruolo attivo sono i cittadini, che si danno una mano per venire incontro alle esigenze dei bambini che in quelle scuole ci vanno ogni giorno per nove mesi. E una delle cose che stupiscono maggiormente è che non si tratta di progetti che non verranno più riproposti, dato che riprenderà in autunno.

Commenti

commenti