Homeschooling, la scuola a casa è davvero utile o no?

0
389
homeschooling

Homeschoooling: una parola inglese che però sta acquisendo un notevole significato anche all’interno del territorio italiano. Homeschooling, come si può facilmente intuire dal nome, non è altro che la scuola a casa. Si tratta di un fenomeno che sta prendendo sempre più piede anche in tante Regioni italiane, sostenuta dal fatto che tramite l’educazione parentale si può seguire in maniera ottimale il ritmo di crescita del bambino.

Homeschooling, quante critiche, ma…

In realtà, però, non tutti sono proprio d’accordo con l’Homeschooling, anzi sono in tanti che lo criticano in maniera anche piuttosto aspra. L’homeschooling è una pratica che si è ampiamente diffusa con il passare del tempo negli Stati Uniti e in Canada. Il motivo è che in tanti luoghi non c’è una grande facilità nel raggiungere le scuole e, di conseguenza, bisogna trovare metodi educativi alternativi.

Un fenomeno arrivato anche in Italia

Nel corso degli ultimi anni, come abbiamo detto, questo fenomeno ha preso piede anche in tantissime città, però, in cui l’accesso alle scuole non è proprio così difficile. Anzi, si tratta di famiglie che fanno una scelta ben precisa. Ritenendo la strada dell’educazione scolastica a casa, fai da te, decisamente più proficua per lo sviluppo individuale del bambino.

Una scelta molto criticata

Si tratta di una scelta che, come dicevamo, è stata oggetto di un gran numero di critiche. E i dubbi legati all’homeschooling sono effettivamente tantissimi. Prima di tutto l’assenza della possibilità di confrontarsi con persone e altri bambini che sono completamente differenti. Il pericolo è quello di far sviluppare i bambini in un ambiente eccessivamente protetto.

Le opinioni a confronto

E le varie opinioni a confronto sono davvero numerose. Ci sono ovviamente i sostenitori di tale pratica che sostengono come si tratti di una scelta molto importante per la famiglia. Prima di tutto per via del fatto che viene rispettato il ritmo di quest’ultima, nonché il suo stile di educazione. Quest’ultimo non viene standardizzato, ma viene personalizzato, rendendolo decisamente più umano.

Chi sostiene l’homeschooling

I sostenitori dell’homeschooling sostengono come apprendere a casa vuol dire anche imparare in maniera naturale e non coercitiva. In poche parole, viene di fatto seguita la crescita del bambino, supportando anche i suoi interessi. E per quanto riguarda la socializzazione, sembra che non rappresenti un problema, visto che gli homeschooler hanno una rete di contatti in cui vengono organizzati degli incontri settimanali.

Le più importanti critiche

Le principali critiche, tra le altre, che vengono fatte all’homeschooling riguardano prima di tutto la mancanza di un confronto con bambini diversi e l’impossibilità di socializzare con i compagni. Inoltre, la scuola si può considerare come una sorta di palestra sociale. Inoltre, la separazione dalla madre, per quanto possa essere dolorosa, è assolutamente necessaria.

Commenti

commenti