Premiare i figli: mai farlo con il cibo, altrimenti ecco cosa si rischia…

0
223
Crescere figli con successo

Sono tanti i genitori che hanno l’abitudine di premiare i figli utilizzando il cibo. In realtà, però, l’allarme che arriva da una recente ricerca fa dubitare tutti di quanto possa essere corretto questo sistema di ricompensa. Infatti, il pericolo che si nasconde dietro l’angolo è quello che possa insorgere un disturbo alimentare.

Premiare i figli: i rischi di usare il cibo

Consegnare nelle mani dei figli il loro alimento preferito nei momenti in cui si sentono tristi è un comportamento che spesso i genitori mettono in atto. Ebbene, è totalmente sbagliato ed è un cattivo esempio che potrebbe portare i bambini ad essere obesi.

Fase emotiva

La fame emotiva è una delle problematiche più diffuse tra i bambini e non solo. Sono sempre di più quelli che non sono in grado di controllare le proprie emozioni e trovano come unico porto sicuro in cui rifugiarsi quello del cibo. Lo sfogo è proprio quello di cercare da mangiare e poi farlo in maniera eccessiva e scorretta.

Combattere lo stress

Insomma, lo stress combattuto con il cibo è un insegnamento decisamente errato da parte dei genitori. Uno studio che è stato portato avanti dall’University College London (UCL), la causa primaria collegata alla fame emotiva ha uno stretto legame con l’ambiente familiare. I genitori, infatti, trasmettono l’insegnamento ai propri figli di esprimere i propri sentimenti tramite la nutrizione.

Un piatto di consolazione?

Nel momento in cui si offre ai bambini il loro piatto preferito come strumento di consolazione, si tende ad abituarlo a pensare che i problemi possano essere risolti esclusivamente facendo ricorso al cibo. Quest’ultimo, quindi, assume un ruolo di sostituto per il controllo delle emozioni. Ed è un comportamento assolutamente sbagliato, visto che comporta un incremento del rischio di diventare obesi.

Un nuovo studio

Lo studio svolto da un gruppo di ricercatori dell’UCL ha messo in evidenza che la fame emotiva non ha carattere ereditario come, invece, spesso si immagina. Esistono tante altre “tattiche” che possono tornare utili per consolare i bambini. Quindi, piuttosto che puntare sul cibo, è molto meglio fare affidamento su un dialogo di tipo costruttivo, ma va benissimo anche il gioco e il divertimento, nonché il contatto fisico.

Modificare tale abitudine

I genitori che, invece, hanno favorito tale situazione nei propri figli, hanno ancora l’opportunità di modificare tale consuetudine. Il ruolo di mamma e papà può tornare decisamente utile per insegnare ai figli come essere maggiormente consapevoli delle proprie scelte dal punto di vista alimentari. Non solo scegliendo in maniera salutare i cibi, ma anche conoscendoli più a fondo.

 

Commenti

commenti