Smartphone e genitori: perché è meglio non usarlo mentre si gioca insieme

0
255
Smartphone e genitori

Lo smartphone è un bel problema per tanti genitori, anche se in realtà potrebbe apparire quasi come l’unica fonte di salvezza nel momento in cui bisogna far calmare il proprio bambino. Ebbene, diversi studi scientifici hanno messo in evidenza come lo smartphone dovrebbe essere messo da parte nel momento in cui si gioca con i propri figli.

Smartphone e genitori, è dipendenza?

A prima vista, effettivamente, potrebbe sembrare uno dei tanti banali avvertimenti, ma non è così. La dipendenza dalla tecnologia è veramente diffusa ed è sempre più complicato non utilizzare lo smartphone come vero e proprio calmante per i bambini in situazioni piuttosto difficili.

L’iniziativa di Lego Duplo

Lego Duplo ha deciso di portare avanti una campagna di sensibilizzazione, in maniera tale che i genitori possano essere più coinvolti nelle attività dei figli. Un modo importante per far sì che i genitori possano avere modo di pensare sui loro comportamenti e modificare quelle che sono le proprie abitudini di usare sempre lo smartphone per far giocare i figli.

Non servono tanti giochi per divertirsi

I bambini, in realtà, hanno bisogno di ben pochi giochi per divertirsi. Giocare è fondamentale, dal momento che va a stimolare lo sviluppo della creatività, ma anche dell’attenzione. Inoltre, rende più semplice lo sviluppo del bambino nella società, così come favorisce il miglioramento delle capacità dal punto di vista motorio e caratteriale.

Il ruolo dei genitori

Il compito dei genitori non può che essere quello di non intralciare i momenti di gioco dei bambini, rispettandoli invece. Lego Duplo ha intitolato la campagna internazionale come “Do not disturb playtime” e presenta una durata di ben 21 giorni. Non una tempistica scelta a casa, dal momento che sono i giorni necessari per abbandonare un’abitudine.

I social media

Al giorno d’oggi, ormai, i social media rappresentano una componente importante nella vita di tantissime persone e di un numero sempre più alto di famiglie. Le abitudini digitali degli adulti comportano anche l’innalzamento di una sorta di muro nei confronti dei figli.

La ricerca di Roberta Golinkoff

Secondo quanto evidenziato dalla professoressa Roberta Golinkoff, l’autrice della ricerca per conto della Lego Duplo, ha messo in evidenza quanto i bambini imparino dai comportamenti degli adulti. E, di conseguenza, è davvero fondamentale trasmettere loro degli stimoli.

L’influenza negativa

L’impiego di uno smartphone nel corso di una conversazione che si verifica tra genitori e figli, può addirittura andare a influenzare negativamente l’apprendimento delle varie parole. Forse è veramente arrivato il momento di costruire un rapporto tra genitori e figli che non sia semplicemente basato sull’uso o meno di un dispositivo elettronico.

Commenti

commenti