Terremoto, ecco come si può spiegare ad un bambino

0
134
terremoto bambini

Nel corso degli ultimi siamo rimasti devastati di fronte a tante notizie drammatiche che provengono da varie parti del mondo in cui si è verificato un terremoto. In Italia, la situazione non è particolarmente tranquilla, dal momento che sono diverse le zone a rischio. E i genitori, chiaramente, hanno paura anche solo di parlare di certe cose con i propri figli.

Terremoto, come dirlo ai figli

L’epicentro dell’ultimo terremoto che si è verificato in Emilia Romagna era localizzato nei pressi di Ravenna. Una paura incredibile, ma sembra che i danni siano stati limitati, fortunatamente. In ogni caso, non è certo la prima volta che anche il nostro Paese viene attraverso da un evento sismico in grado di scatenare il terrore.

Le scosse e i suoi effetti

Ed è abbastanza chiaro come in futuro ci potranno essere altre scosse e altri terremoti. La domanda che tanti genitori si pongono, però, è la seguente: come posso spiegare un terremoto e i suoi catastrofici effetti ai miei bambini? Come saziare la loro sete di curiosità nei confronti di quel determinato evento?

Tenerli all’oscuro della notizia non ha senso

Quando succedono determinati eventi è davvero complicato riuscire a tenere i bambini all’oscuro della notizia. Ecco spiegato il motivo per cui i genitori hanno un compito ben preciso, ovvero quello di spiegare ai bambini quello che è successo, rendendolo accettabile, ma facendo anche in modo di trasmettere un insegnamento il più positivo possibile.

Come si combatte la sensazione di impotenza

I bambini nutrono una grande paura, ovvero quella di essere impotenti di fronte a certi eventi. Ovvero, non avere la minima idea di cosa fare in quei casi e come proteggerci. Quindi, ai bambini è giusto ammettere che ogni tanto la terra trema perché si arrabbia ed è questa la ragione per cui deve essere trattata con cura nella quotidianità.

Essere solidali

Un altro messaggio importante che si deve trasmettere ai bambini è la solidarietà. Ovvero quel sentimento che si deve provare nei confronti delle popolazioni colpite da questo dramma del terremoto. Ci sono tanti bambini che hanno dovuto dire addio ai propri giochi preferiti e alla propria casa e, quindi, è giusto rinunciare a qualche giocattolo per dare loro una mano in questo momento difficile.

Come rispondere alla domanda fatidica

Una delle domande che i bambini potrebbero fare quasi certamente, è quella se il terremoto possa capitare anche nel luogo in cui abitano. Non serve a nulla dire che qui non potrebbe mai capitare, molto meglio dire la verità. Ovvero, che la casa è stata realizzata in un posto sicuro e che i genitori sanno bene comportarsi nel malaugurato caso dovesse succedere.

Commenti

commenti