Amori preadolescenziali: ecco come dovrebbero reagire i genitori

0
238
Amori preadolescenziali

La primavera segna anche l’arrivo di tanti amori preadolescenziali. E tra i genitori comincia a serpeggiare un certo senso di preoccupazione per le prime storie d’amore in cui si trovano immischiati i figli, senza sapere esattamente come comportarsi in tutti questi casi: ecco, quindi, qualche utile consigli su come avere le reazioni corrette.

Amori preadolescenziali tra i 10 e i 12 anni

Gli amori preadolescenziali caratterizzano una fase da cui ogni persona passa per forza di cose. Si tratta di un’età di passaggio davvero molto delicata quella che va tra i 10 e i 12 anni. Ebbene, ci sono tanti suggerimenti che possono tornare estremamente utile per entrambi i genitori per poter gestire al meglio proprio tali situazioni.

Le prime cotte

Le prime cotte sono quelle che insorgono già prima dell’adolescenza vera e propria. Le mamme conoscono questo momento alla perfezione. Esattamente allo stesso modo dei figli, però, non in tutti i casi hanno la capacità di comprendere realmente quell’insieme di emozioni e di sensazioni che stanno prendendo piede nella vita del figlio o della figlia.

Anche un film sul tema

A dare alcuni ottimi e utili consigli in questo senso è un nuovo film realizzato da Sergio Basso, con Cristiana Capotondi, che prende il nome di “Amori elementari”. Anche la psicologa e psicoterapeuta Anna Oliverio Ferraris ha voluto dare alcuni suggerimenti proprio in riferimento agli amori che si manifestano nell’età preadolescenziale.

Infatuazioni o altro?

Nella maggior parte dei casi tali infatuazioni, anche se chiaramente i ragazzini le vivono come dei veri e propri innamoramenti, sono caratterizzate da una durata piuttosto risicata nel tempo. Infatti, non esiste assolutamente ancora un certo grado di maturità per permette la creazione e lo sviluppo di un rapporto profondo e consapevole.

Le nuove generazioni

È altrettanto vero che nella società odierna muovere i passi in anticipo sta diventando una vera e propria prerogativa delle nuove generazioni. Nella maggior parte dei casi, tale cambiamento che intercorre nella fase preadolescenziale sono le femmine a giocare un ruolo di primo piano. Infatti, vicino agli 11 anni cominciano a discutere di come innamorarsi e dell’amore.

Prendono esempio dagli adulti

Quindi, i bambini che si trovano ad affrontare gli amori preadolescenziali, in poche parole sfruttano gran parte del bagaglio degli adulti. Ad esempio utilizzano il termine fidanzati esclusivamente perché l’hanno sentito in qualche occasione a casa o a scuola, ma l’errore è chiaramente di tutti coloro che cercano già di affibbiare queste etichette che, in realtà, sono lontanissime da quella che è la loro realtà. I genitori devono rispettare la privacy, parlare con tatto e discrezione, bandire prese in giro o spifferi a parenti vari e non rendere ufficiale la situazione, anche solamente per gioco.

Commenti

commenti