Diversità dei figli: come possono essere accettate dai genitori?

0
432
diversità dei figli

Il giorno in cui è nato vostro figlio è stato un giorno bellissimo e ricco di emozioni. Capita, però, che non tutte le cose vadano per il verso giusto. E, purtroppo, le sorprese negative si nascondono dietro l’angolo. Nel momento in cui, infatti, si viene informati delle diversità dei figli, spesso risulta estremamente complicato ai genitori accettare tale situazione.

Diversità dei figli: l’ansia dopo il parto

Alla gioia di avere un figlio comincia pian piano ad associarsi una notevole ansia. La cosa più importante, però, è sicuramente quella di evitare isterismi. E non serve a nulla chiedersi se sarete sempre all’altezza della situazione. Tanti genitori normali hanno dovuto affrontare questa situazione e l’hanno fatto con successo, nonostante tutte le difficoltà.

Tre le problematiche principali da affrontare

Sono tre i problemi principali connessi all’accettazione delle diversità dei figli. Il primo è senz’altro quello di accettare la diagnosi. Tanti genitori, infatti, nel momento in cui scoprono che il figlio ha una malattia, restano del tutto sconvolti. È come se si sentissero crollare tutto il mondo addosso. Se anche voi vi trovate in tale situazione, è bene ricordare sempre come si tratta di una reazione del tutto normale. Senso di colpa e sconforto sono emozioni che insorgono sempre in questi casi.

Il tempo può aiutare

I genitori devono avere la capacità di accettare ciò che, effettivamente, ha ben poco di naturale. C’è sicuramente la necessità di tempo per poter affrontare e superare le diversità dei figli. Adattarsi alla situazione non è immediato e ovviamente richiede un po’ di tempo. Tra i suggerimenti migliori troviamo quello di raccogliere il maggior numero di informazioni possibili circa la malattia che ha colpito vostro figlio. In questo modo, i genitori hanno la possibilità di gestire tale patologia in modo più soddisfacente e con maggiore padronanza. All’inizio sarà chiaramente complicato, ma con il passare del tempo le cose miglioreranno.

Sentirsi soli e senza forze

Il secondo problema di accettare le diversità dei figli è quello di sentirsi senza forze e, soprattutto, soli. Probabilmente tanti genitori hanno voglia di confidarsi e di esprimere tutte le loro emozioni e pensieri, ma non riescono a farlo con chi ha dei figli sani. Chiedere aiuto, in questi casi, è fondamentale. Così come lo è accettarlo quando vi viene proposto. In secondo luogo, la salute non è uno scherzo. Bisogna prendersi cura di sé stessi.

Le abitudini familiari condizionate? La serenità si può trovare!

La patologia di un figlio può certamente condizionare le abitudini della famiglia. Non solo dal punto di vista alimentare, ma anche in relazione al tempo che viene dedicato dai genitori agli altri figli. Questi ultimi, tra l’altro, potrebbero avvertire un senso di trascuratezza in questi casi. Per evitare queste situazioni, dovete cercare di programmare delle attività che possano rendere felici tutti i componenti della famiglia. E, infine, non bisogna mai perdere la capacità di essere ottimisti.

 

Commenti

commenti