Figli con paura di crescere: come devono comportarsi i genitori

0
669
figli con paura di crescere

Per i genitori il problema dei figli con paura di crescere è abbastanza comune. Si tratta di una situazione che si può ritrovare facilmente in tante famiglie e che non deve portare ad allarmarsi più di tanto. Ognuno di noi, durante il nostro percorso di vita, ha avuto a che fare con delle paure, che possono essere più o meno grandi e più o meno importanti.

Figli con paura di crescere: come affrontarle dal punto di vista dei genitori

Insomma, tutti noi abbiamo dovuto affrontare delle paure per poter crescere e cercare di aprirsi ad affrontare delle nuove esperienze. Ecco spiegato il motivo per cui i figli con paura di crescere non devono assolutamente creare ansia nei genitori, dal momento che l’adolescenza si può considerare come un’età particolarmente ricca di tutti questi momenti di cambiamenti.

L’età adolescenziale

L’adolescente, una volta superate tutte quelle paure che sono naturalmente connesse all’età infantile, ne dovrà affrontare altre. Si tratta chiaramente di paure del tutto nuove, che corrispondono in buona parte all’adolescenza e ai propri cambiamenti fisici. Nella maggior parte dei casi, la principale paura di un adolescente è quella di essere accettati dai propri coetanei.

Non bisogna sempre proteggere i figli

Poi ci sono alcune situazioni che portano sicuramente ad aumentare la paura, ma chiaramente i genitori possono sempre essere utili per dare conforto ai figli e fare in modo che vengano a capo di tale situazione. Una possibile soluzione è rappresentata dal fatto che i genitori devono essere in grado di spingere, sempre con estrema dolcezza e tatto si intende, i figli verso quello che viene chiamato “spiccare il volo”.

Genitori iperprotettivi? Un male…

I genitori che sono iperprotettivi non fanno altro che il male dei figli e difatti ottengono solamente risultati controproducenti. È fondamentale fare in modo che i figli con paura di crescere vengano spronati e ricevano adeguati inviti e incoraggiamenti ad uscire di casa e a prendere un po’ le distanze rispetto alla propria abitazione e anche nei confronti dei genitori. E qualche discussione val bene questo obiettivo.

Incoraggiare gli adolescenti a spiccare il volo

Non bisogna certamente piegarsi di fronte alle richieste dei figli adolescenti di non essere lasciati soli. Il compito dei genitori è quello sicuramente di proteggerli, ma anche di metterli nelle condizioni di spiccare il volo e di cominciare ad affrontare le proprie paure facendo anche esperienze lontano dalla famiglia. Ed evidenziare tutti quei piccoli traguardi che vengono raggiunti e che testimoniano un percorso positivo verso un certo livello di indipendenza dei figli deve essere una priorità giornaliera per i genitori.

Commenti

commenti