Consigliare senza imporre ai figli: ecco come ci si deve comportare

    0
    770
    Consigliare senza imporre ai figli

    Capita piuttosto di frequente che i figli si ritrovino di fronte a delle scelte. È il percorso di vita di ogni persona e il ruolo dei genitori è sempre fondamentale. Infatti, possono far pendere l’ago della bilancia da una parte all’altra, ma non solo. Infatti, i genitori devono affrontare in questi casi un problema non indifferente. Ovvero come consigliare senza imporre ai figli.

    Consigliare senza imporre ai figli: alcune regole

    Prima di tutto, per capire come consigliare senza imporre ai figli, è bene mettere in evidenza alcuni concetti chiave. Prima di tutto che i genitori non dovrebbero intromettersi in ogni momento nella vita dei figli. E, sempre per quanto riguarda l’intromissione, è bene mettere in evidenza come debba essere chiaramente regolata.

    Meglio confrontarsi piuttosto che imporre

    I genitori, infatti, possono dare dei consigli di comportarsi in un certo modo o di prendere determinate decisioni. Possono chiaramente far capire ai figli le ragioni di tali suggerimento. Il problema è che non possono ovviamente imporre ai figli le loro scelte. Un esempio perfetto di tale situazione è quello relativo alla decisione sulla scuola superiore a cui iscriversi.

    Il classico esempio della scelta della scuola superiore

    Quante volte i genitori tendono a cercare di convincere i figli a cominciare un percorso scolastico nell’istituto frequentato da giovani? O, in altri casi, provano a forzare la mano verso una scuola che secondo loro rappresenta quella ideale per i propri figli. Qualsiasi tipo di imposizione nelle scelte dei figli equivale ad un’intromissione che è meglio evitare. Anche perché le conseguenze potrebbero essere disastrose. Scegliere al posto dei figli non vale mai la pena. Consigliare, invece, assolutamente sì.

    Tra genitori e figli rapporto di fiducia reciproca

    Il rapporto tra genitori e figli dovrebbe essere sempre quello di fiducia reciproca. Senza quella è impossibile costruire un percorso comune soddisfacente e privo di gravi problemi. I genitori dovrebbero provare a garantire più fiducia e libertà ai figli. Sarà poi compito dei ragazzi evitare di tradire questo rapporto fiduciario.

    Educare i figli, ma ascoltandoli

    I genitori hanno certamente il compito di educare i figli e consigliarli nelle decisioni che devono prendere. Hanno, anzi, il dovere di appoggiarli quando le scelte sono positive. Al tempo stesso, però, devono chiaramente dire loro quando la strada che si vuole imboccare è quella sbagliata. Soprattutto, però, spiegare le ragioni. Imporre decisioni senza ascoltare il parere dei figli garantirà certamente più protezione.

    Le conseguenze si noteranno quando i figli saranno adulti…

    La scelta di imporre certe scelte senza prendere in considerazione il parere dei figli può avere conseguenze molto importanti. Una volta divenuti adulti, infatti, i figli non saranno in grado di difendersi come in presenza dei genitori e non sapranno mai quali possano essere le scelte migliori da prendere.

    Commenti

    commenti